Cbd?

COSA E’ IL CBD?
Il CBD (cannabidiolo) è uno dei composti più interessanti e promettenti attualmente sottoposti a rigorose ricerche mediche e scientifiche. Il CBD ha fatto scalpore negli ultimi anni per alcuni risultati sorprendenti.
Ancora, disinformazione e confusione sul CBD abbonda a causa dell’emergenza relativamente recente e della consapevolezza diffusa di questo incredibile composto. Facciamo un tuffo in quello che è il cannabidiolo (CBD), e esattamente quello che fa e non fa.
Il CBD è semplicemente l’abbreviazione di “cannabidiolo”, la seconda più abbondante molecola di cannabinoide prodotta dalla cannabis o dalla pianta di canapa. La molecola più abbondante, ovviamente, è il THC: la sostanza chimica psicoattiva famosa per far sentire gli utenti “sballati” (il CBD non ha questo effetto). Tieni presente che il tuo corpo ha già un sistema endocannabinoide, un sistema molecolare estremamente importante che il tuo corpo utilizza per regolare ed eseguire varie funzioni critiche. Il CBD si lega ai recettori in questo sistema; i nostri corpi sono stati progettati per interfacciarsi con i cannabinoidi fin dall’inizio – li produciamo anche naturalmente!

Il CBD non ti rende “sballato” (non psicoattivo)
Viene dalla canapa o dalle piante di cannabis
Le potenziali applicazioni mediche includono ansia e sollievo dal dolore
Interagisce indirettamente con i recettori cannabinoidi CB1 e CB2
Il CBD è legale da acquistare e possedere

COME FUNZIONA CBD?
Come abbiamo detto prima, il tuo corpo ha già un sistema endocannabinoide estremamente complesso che interessa diverse aree e funzioni. Quel sistema è pieno di “recettori”, siti che attendono la presenza di molecole di cannabinoidi. Quando il cannabinoide si avvicina, il recettore lo legherà a se stesso, creando una sofisticata interazione chimica che la scienza moderna sta appena cominciando a scalfire la superficie della comprensione.

A differenza della sua molecola sorella THC, il CBD non ti ha effetti psicoattivi – ma non pensare che una mancanza di effetto psicoattivo o intossicante significhi che nulla sta accadendo. Al contrario, è molto chiaro che ci sono molte risposte chimiche che si verificano quando il CBD si lega a quei recettori cannabinoidi. Detto questo, il sistema endocannabinoide è onnipresente nel corpo umano, influenzando in qualche modo quasi tutte le principali funzioni (in particolare la regolazione omeostatica). Per questo motivo, è un compito abbastanza da discernere tutto ciò che fa CBD, esattamente, quando si verifica l’associazione. Ecco dove si trova la ricerca in questo momento: cercare di risolvere proprio questo mistero.

EFFETTI CBD
Non psicoattivo / inebriante
Possibili applicazioni anti-ansia
Legale da comprare e possedere
Agonista indiretto di cannabinoidi
Si lega al sito del recettore allosterico
Legale da acquistare

EFFETTI DEL THC
Altamente psicoattivo / inebriante
È stato dimostrato che causa ansia in alcuni utenti
Ancora illegale in Italia
Si lega direttamente ai recettori CB1 e CB2
Si lega al sito del recettore ortotossico
La legalità varia da stato a stato
Sebbene condividano la stessa famiglia di piante di origine (la cannabis), c’è un’enorme differenza tra CBD e THC – sia nell’effetto che hanno, sia nel modo in cui interagiscono chimicamente con il tuo corpo. Fino a poco tempo fa, il CBD era un po ‘stigmatizzato e non preso sul serio come potenziale agente medico terapeutico a causa della sua vicinanza chimica al THC. Chiariamo le cose una volta per tutte!

BENEFICI
Non trascorre una settimana in questi giorni senza che il CBD ne assuma uno o due, e la notizia è incredibilmente incoraggiante per le persone che soffrono di una grande varietà di disturbi.
Questo è solo un settore in cui il CBD offre incredibili promesse. Altre due applicazioni che attualmente hanno fortemente finanziato la ricerca in atto (in gran parte dallo stesso governo degli Stati Uniti) includono sollievo dal dolore e sollievo dall’ansia. Non devi guardare lontano per trovare persone che seguono con veemenza un regime giornaliero di CBD per questi tipi di problemi.

Oltre a tutto ciò, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha condotto un rapporto esaustivo nel 2017 sull’impatto della salute pubblica e l’efficacia della CBD.